WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.221' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('lastPermissionsTemplateCheck', '1562865965', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562865965', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.221' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('previousWflogsFileList', '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.221' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('serverDNS', '1562865965;20756;62.149.140.209', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562865965;20756;62.149.140.209', autoload = 'yes'

Errore sul database di WordPress: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.221' for table 'jhbd_options']
INSERT INTO `jhbd_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1562865965.6791849136352539062500', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Nazionale | Rete degli Studenti Medi

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.221' for table 'jhbd_wfHits']

Category

Nazionale

LOGO_ONDA_PRIDE_2015-page-001

Adesione all’Onda Pride 2015

By | Nazionale, Sessualità | No Comments

Onda Pride 2015: Diritti uguali per tutti e tutte! Anche quest’anno si svolgerà in tutta Italia l’Onda Pride: gay, lesbiche, bisessuali trans, intersessualil, queer ed etero sfileranno per vie di 15 città per rivendicare a gran voce diritti e tutele a ci ancora se ne vede privo e per questo subisce quotidianamente discriminazioni. Ancora oggi in Italia assistiamo ad una terribile discriminazione nei confronti di gay, lesbiche, trans, bisessuali. L’assenza di diritti per queste persone è una grave mancanza per l’Italia. il nostro paese rimane sempre più indietro nel riconoscimento dei diritti civili per tutte e per tutti. Per questo motivo tantissime ragazze e ragazzi, uomini e donne vengono quotidianamente discriminati, presi di mira per atti di bullismo e violenza. A questo proposito, apprendiamo che le promesse fatte dal Miur su una politica di contrasto al bullismo omofobico a scuola, sono state rese vane. Gli impegni e le linee guida…

Read More
image1

L’Europa nasce o muore nel Mediterraneo

By | Interculturalità, Nazionale | No Comments

L’Europa nasce o muore nel Mediterraneo. Pace, sicurezza, benessere sociale ed economico si raggiungono solamente se si rispettano l’universalità dei diritti umani di ogni donna e di ogni uomo. La regione del Mediterraneo è una polveriera ed il mare è oramai un cimitero a cielo aperto. Dall’inizio del 2015 nel mediterraneo sono morte più di1700 persone. L’Europa, per storia, per cultura, per geografia, per il commercio, è parte integrante di questa regione ma sembra averne perso memoria. Il dramma di profughi e migranti, il loro abbandono in mano alle organizzazioni criminali, il dibattito su come, dove e chi colpire per impedire l’arrivo di uomini e donne che cercano rifugio o una vita dignitosa in Europa, non è altro che l’ultimo atto che testimonia l’assenza di visione politica da parte dei governi dell’UE. Questa drammatica situazione ha responsabilità precise: le scelte politiche e le leggi dei governi europei che non consentono…

Read More
lascuolachecambiailpaese

Appello per una Scuola #Buonaxdavvero

By | Nazionale | No Comments

Siamo studentesse e studenti di tante scuole italiane: alcuni di noi frequentano il liceo, altri l’istituto tecnico, altri ancora gli istituti professionali. Dalle grandi e spesso grigie città del Nord ai piccoli paesi del centro e del Sud Italia, viviamo contesti ed esperienze diverse, accomunati però da difficoltà e disagi che superano qualsiasi distanza. Ci hanno lasciati soli e abbandonati nel nostro percorso di crescita, sia dentro che fuori le mura scolastiche: ci siamo stancati! La scuola dovrebbe essere gratuita e accessibile a tutti. I molti servizi che dovrebbero renderla tale, come le spese per i libri di testo, i trasporti e i pasti, ci testimoniano però una realtà diversa: la nostra scuola è poco accessibile. Siamo costretti a scegliere il nostro futuro a tredici anni, venendo catalogati rigidamente in licei, istituti tecnici e professionali. Questa separazione diventa sociale, culturale ed economica, determinando una discriminazione tra studenti di serie A,…

Read More
IMG_9685

Il Governo non ci ha ascoltato, noi ci mobiliteremo!

By | Nazionale | No Comments

Ci mobiliteremo contro questo DdL per cambiarlo! Il DdL Buona Scuola è stato approvato alla Camera. L’impianto è rimasto quello originale: il Governo non ha voluto mettere in discussione i saldi, come invece tutto il mondo della scuola aveva chiesto, dimostrando che il “dialogo” raccontato in questi giorni era una farsa. Il DdL appena approvato alla Camera non è buona scuola, ma autoritarismo e diseguaglianza. Abbiamo chiesto tutti insieme di cambiare i punti chiave del testo, ma il Governo non ha voluto ascoltare il mondo della scuola. Questo DdL così è inaccettabile e rovinerà la scuola italiana: accentramento dei poteri decisionali nelle mani del preside-manager, arbitrio invece che valutazione, finanziamenti privati diretti alle scuole, nessun finanziamento al diritto allo studio. Questa non è autonoma scolastica, basata sulla cooperazione, la democrazia, la lotta alla diseguaglianza: è una scuola-azienda che produce diseguaglianze. Ora partirà una grande mobilitazione nelle scuole per chiedere di…

Read More
Catena Umana degli Studenti

Con il DdL 107 voi distruggete la Scuola, noi la proteggiamo!

By | Nazionale | No Comments

Flash Mobilitazione davanti alle scuole durante l’approvazione del DdL 107 Oggi si vota alla Camera l’approvazione del DL Scuola, siamo stati davanti alle scuole d’Italia con delle catene umane per proteggere la scuola pubblica dagli attacchi di questo governo. Fin dalla presentazione delle linee guida, a settembre, come Rete degli Studenti Medi ci siamo mobilitati in maniera capillare portando avanti le proposte degli studenti per incidere all’interno della consultazione e creare una riforma della scuola che vedesse le idee degli studenti come protagoniste. Anche oggi, nel giorno in cui si vota il Piano Scuola, che ha fin troppe criticità, gli studenti si mobilitano per mostrare il loro dissenso. La consultazione del governo si è dimostrata solo di facciata e abbiamo dimostrato ampiamente che a queste condizioni il provvedimento non sarà una riforma epocale, ma l’ennesima riforma distruttiva e calata dall’alto. Molte sono le criticità di questo piano scuola: a partire dalle…

Read More
Incontro con Governo sulla Buona Scuola

Incontro farsa con il Governo su Buona Scuola

By | Nazionale | No Comments

Se non cambiano i saldi del DdL Buona Scuola allora il confronto è farsa Si è appena concluso l’incontro tra le Associazioni Studentesche e il Governo, presenti i Ministri Giannini, Boschi, Madia e il Sottosegretario De Vincenti. E’ stato un incontro di facciata, le aperture del Governo sono del tutto insufficienti e non c’è reale volontà di cambiare i saldi del DdL. Abbiamo posto molti temi e richieste di cambiamento concreto del disegno di legge: serve un finanziamento vero del diritto allo studio mentre qui non è minimamente tra le priorità di spesa, serve una lotta contro le diseguaglianze mentre qui le si aumentano, creando scuole di serie A e B con finanziamenti privati diretti e sregolati, serve un’autonomia democratica che passa per la cooperazione e la partecipazione nei processi di governance, mentre qui si mantiene l’idea che i presidi si debbano scegliere i docenti e premiarne arbitrariamente il “merito”, scavalcando…

Read More
Prove Invalsi 2015

Le prove Invalsi non ci valutano

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Per una valutazione delle scuole che coinvolga davvero gli studenti Oggi verranno somministrate, come ogni anno, le prove INVALSI alle classi delle scuole superiori, dei test a crocette finalizzate a vedere i risultati di apprendimento in diverse materie degli studenti italiani. Come ogni anno saremo davanti alle nostre scuole per dire ancora una volta che gli studenti e i loro traguardi non possono essere misurati con delle crocette. Questa notte abbiamo fatto un flash mob al MIUR per portare all’attenzione pubblica la questione dei test INVALSI: ancora una volta ribadiamo che non è attraverso una prova a crocette che si testa l’efficacia eductiva della scuola pubblica sui ragazzi, il ruolo della scuola va molto oltre alla mera acquisizione di nozioni. Inoltre ogni anno vediamo come a causa di queste prove in molte scuole si blocchi completamente la didattica per fare una preparazione finalizzata esclusivamente alle INVALSI, falsando già di per…

Read More
articolo

RETE STUDENTI E UDU: #5MAGGIO 50 000 MILA STUDENTI MEDI E UNIVERSITARI NELLE PIAZZE D’ITALIA CON FLC CGIL, CISL E UIL SCUOLA/ VOGLIAMO UNA SCUOLA #BUONAXDAVVERO

By | Nazionale, Notizie | No Comments

Oggi 50 000 mila studenti in tutte le piazze, da Milano a Palermo, da Bari a Roma, da Cagliari a Catania, insieme ai Sindacati per dire no ai provvedimenti sulla Buona Scuola, per ribadire la nostra totale contrarietà ai metodi che sono stati utilizzati da parte del Governo nella costruzione di questa riforma, gli stessi metodi che vorrebbero propinarci con la Buona Università.

Read More
700morti

Morte 700 Persone al largo della Sicilia

By | Interculturalità, Nazionale | No Comments

Basta stragi nei nostri mari, prima le Persone dei confini Questa notte, a 70 miglia dalle coste libiche, si è capovolto ed è affondato un peschereccio su cui erano stipati circa 700 migranti. Sono state tratte in salvo solo 28 persone. Se questi numeri verranno confermati, si tratterebbe della più grande strage della storia dell’immigrazione. E’ arrivato il momento che l’Unione europea si prenda le sue responsabilità, che affronti con serietà e determinazione la questione dei flussi migratori. I migranti che erano su quel peschereccio scappavano da guerra, carestia, fame e vedevano nell’Europa una nuova casa in cui avere finalmente una vita dignitosa. E questo accade continuamente. A seguito della strage del 3 ottobre 2013 era partita l’operazione Mare Nostrum, che con tutti i suoi limiti ha provveduto a salvare molte vite. Il Governo Italiano ha, però, deciso di concluderla perché eccessivamente dispendiosa, nonostante fosse consapevole del fatto che l’operazione…

Read More
Website Security Test