Category

Rappresentanza

merde

RETE DEGLI STUDENTI MEDI SICILIA: AGGRESSIONE A SFONDO POLITICO CON METODI SQUADRISTI AL PRESIDENTE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI PALERMO E DIRIGENTE DELLA RETE DEGLI STUDENTI MEDI

By | Antifascismo e Memoria, Rappresentanza, Territoriale | No Comments

AGGRESSIONE A SFONDO POLITICO CON METODI SQUADRISTI AL PRESIDENTE DELLA CONSULTA DEGLI STUDENTI PALERMO E DIRIGENTE DELLA RETE DEGLI STUDENTI MEDI Ieri sera, 17 marzo, intorno alle 22:30 a Palermo è stato aggredito un diciannovenne, membro dell’esecutivo regionale della Rete degli Studenti Medi Sicilia e Presidente della Consulta degli Studenti di Palermo. Quattro ragazzi a volto coperto hanno picchiato con alcuni bastoni il nostro compagno, dopo averlo ripetutamente insultato.

Read More
porcodiotempodi

RETE STUDENTI E UDU: INIZIA “LA STAGIONE DEI DIRITTI” / E’ TEMPO DI OPPORTUNITA’, EQUITA’, LIBERTA’, INCLUSIONE, RAPPRESENTANZA E CITTADINANZA

By | Campagne, Diritto allo Studio, Nazionale, Notizie, Rappresentanza, Servizi e Vertenze | No Comments

INIZIA “LA STAGIONE DEI DIRITTI” / E’ TEMPO DI OPPORTUNITA’, EQUITA’, LIBERTA’, INCLUSIONE, RAPPRESENTANZA E CITTADINANZA Come Rete degli Studenti Medi E Unione degli UniversitarI, lanciamo la campagna “La stagione dei diritti”, con la quale intendiamo promuovere una serie di diritti fondamentali, ad oggi non garantiti, necessari alla definizione e alla tutela della condizione studentesca. Perché questa campagna? Perché è veramente tempo di opportunità, di equità, di libertà e inclusione, di rappresentanza, di cittadinanza.

Read More
Italiacolsegnopiu

RETE STUDENTI E UDU: ITALIA ORGOGLIOSA DI PERDERE. SENZA CONOSCENZA E DIRITTO ALLO STUDIO NON C’E’ FUTURO

By | Diritto allo Studio, Notizie, Rappresentanza | No Comments

ITALIA ORGOGLIOSA DI PERDERE. SENZA CONOSCENZA E DIRITTO ALLO STUDIO NON C’E’ FUTURO Le disuguaglianze sociali dall’inizio della crisi ad oggi sono aumentate esponenzialmente, concentrando enormi quantità di ricchezza nelle mani di un numero limitato di individui e contemporaneamente impoverendo milioni di persone. Le istituzioni pubbliche, trovandosi in situazione di deficit di bilancio, hanno deciso di tagliare la spesa, scaricando il costo di questa manovra sullo stato sociale: dalla sanità al diritto allo studio, passando per le pensioni e gli incentivi ai giovani lavoratori, sono stati cancellati servizi e diritti.

Read More
Website Security Test