Rimini: molestie in alternanza, inaccettabile!

rimini molestie alternanza scuola lavoro

Così l’alternanza è fuori controllo, le istituzioni preposte al controllo sono responsabili

La Rete degli Studenti si esprime in merito al caso dello studente 18enne vittima di molestie sessuali da parte del proprio tutor aziendale durante il periodo di alternanza scuola-lavoro in una cooperativa agricola del riminese.

“Siamo indignati, è un fatto gravissimo. Vogliamo prima di tutto esprimere la nostra solidarietà allo studente coinvolto. Alle istituzioni chiediamo: fin dove dobbiamo arrivare? Subito controllo sui percorsi e tutele per gli studenti in alternanza.”, afferma Francesco Martinelli, neo eletto coordinatore regionale della Rete degli Studenti Medi dell’Emilia Romagna.

“Una molestia sul luogo di alternanza è un fatto che grida una sola verità: in assenza di percorsi veramente formativi e costruiti collegialmente, di un controllo costante da parte di scuole e tutor, non può esistere un’alternanza positiva. Se lo studente è lasciato a sè stesso, cosa lo protegge dall’andare incontro a situazioni simili?” Dichiara Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi

Continua Martinelli:”I percorsi di Alternanza scuola-lavoro sono totalmente fuori controllo e gli studenti si trovano, nei luoghi di lavoro, indifesi ed esposti a qualsiasi tipo di abuso, compreso quello sessuale. Adesso basta, le istituzioni si prendano la responsabilità politica di quello che sta succedendo.”

Commenti