Veneto: solidali alla Melegatti, salviamo il lavoro!

Pandoro Melegatti

C’è speranza per la Melegatti, storica azienda dolciaria veronese che, grazie a mesi di lotta da parte dei lavoratori e ad un fondo maltese, ha ripreso la produzione. L’obbiettivo per tornare a crescere e a versare gli stipendi, congelati da agosto è di produrre e vendere un milione e mezzo di pandori e panettoni, con la difficoltà ulteriore del ritardo nell’iniziare la produzione, che ha portato gli scaffali ad essere già occupati dalla concorrenza.

“Aiuteremo i lavoratori della Melegatti, che stanno lottando da mesi per salvare il proprio posto di lavoro, organizzando prenotazioni di vendita nelle classi e nelle scuole” dichiara Rachele Scapa della Rete degli Studenti Medi Veneto, “sono i nostri genitori, i genitori dei nostri compagni di scuola, i nostri futuri colleghi, Vogliamo difendere il lavoro e garantire un Natale e un futuro più sereno a tutti i lavoratori e alle loro famiglie”

“Siamo solidali alle operaie e agli operai della Melegatti” aggiungono i coordinatori di UDU Verona, Venezia e Padova “ci attiveremo nelle università e negli spazi universitari per dare tutto il supporto necessario. A Natale vogliano salvare il lavoro, ancora meglio se possiamo farlo mangiando un pandoro”

http://www.repubblica.it/economia/2017/12/10/news/melegatti_rischia_un_natale_amaro_chiesta_la_cassa_integrazione-183692245/