Mirano (VE): studenti in piazza per l’Edilizia Scolastica

Gli Studenti di Mirano in piazza

Questa mattina la Rete degli Studenti Medi del Veneto ha partecipato alle mobilitazioni indette dai comitati studenteschi degli istituti 8 Marzo e del Liceo Majorana di Mirano.

Aule allagate durante il maltempo e fredde d’inverno, questa è la situazione che da anni si presenta negli istituti 8 Marzo e nel Liceo Majorana-Corner. Situazione così insostenibile che ci hanno spinti a scendere in piazza anche stamattina. La provincia di Venezia non fornisce soluzioni e anzi sembra prendere in giro gli studenti nascondendosi dietro false promesse.

Non è possibile che si presenti l’ennesimo problema di edilizia scolastica nelle scuole Venete, gli studenti dovrebbero avere spazi sicuri e garantiti per studiare ma evidentemente le istituzioni lo ritengono un lusso. Gli studenti però conoscono bene i loro diritti e non vogliono rinunciare ad avere spazi adeguati la dove passano la maggior parte del loro tempo.

“L’8 Marzo è la nostra casa d’istituto, noi qui dentro ci viviamo, veniamo a scuola al mattino e ci rimaniamo anche per otto ore tutti i giorni, non andiamo a divertirci. In più piccioni ovunque, c’è il disastro per terra in tutta la cittadella” queste le parole di Carlo Marigo, rappresentante degli studenti dell’8 Marzo.

La città Metropolitana però non sembra prevedere una soluzione spingendo gli studenti a manifestare in piazza per quelli che sono i loro diritti.
Come Rete degli Studenti Medi Veneto siamo al loro fianco, troppe volte ormai si presentano queste situazioni, da Venezia a Rovigo le provincie e la regione non sembrano volenterose a prendere in carico questi problemi.

Invitiamo anche noi Brugnaro a passare una giornata tra i banchi delle scuole di Mirano.
Gli studenti chiedono vere risposte e le istituzioni devono dargliele.

Commenti