Perugia: inammissibile noncuranza nelle elezioni studentesche, serve serietà

Elezioni Studentesche Liceo Galilei Perugia

Ieri, giovedì 26 ottobre, al Galilei si sono svolte le elezioni studentesche per la componente degli studenti nell’istituto e nella consulta.

Si è reso necessario annullare le elezioni nella sede stoppini a causa dell’inesistente organizzazione della scuola, infatti i ritardi rispetto ai tempi previsti erano così grandi che alcuni ragazzi del biennio non hanno potuto votare in quanto sarebbero dovuti restare a scuola per più di quaranta minuti, perdendo così gli autobus o facendo aspettare i loro genitori. Questo ritardo ha anche creato grande confusione nel seggio, dove alcune persone hanno avuto la possibilità di votare più di una volta. Inoltre, per cercare di velocizzare le votazioni, quando sono finite le schede validate dal presidente di seggio, un candidato di una lista ha iniziato a validarle da solo e a darle agli studenti, annullando di conseguenza tutti i voti.

“È inaccettabile che in una delle scuole più grandi di Perugia le elezioni vengano gestite con così poca cura e non è ammissibile che alcune persone non siano riuscite a votare o ad esprimere la loro preferenza con la privacy necessaria” dichiara Melania Bolletta, responsabile provinciale di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Perugia, “La rappresentanza non dovrebbe essere gestita così alla leggera, in quanto si tratta di una parte importante della vita degli studenti, e non dovrebbe essere così poco organizzata e malamente gestita”

Come Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Perugia, non possiamo accettare tutto ciò che è avvenuto oggi in quanto riteniamo essenziale la rappresentanza come momento di esercizio della democrazia all’interno delle scuole, per questo siamo totalmente contrariati per come questa situazione è stata gestita e non riteniamo accettabile l’accaduto.