WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.215' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('lastPermissionsTemplateCheck', '1562689955', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562689955', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.215' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('previousWflogsFileList', '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.215' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('serverDNS', '1562689955;20150;62.149.140.209', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562689955;20150;62.149.140.209', autoload = 'yes'

Errore sul database di WordPress: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.215' for table 'jhbd_options']
INSERT INTO `jhbd_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1562689955.4743270874023437500000', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

l’Invalsi non ci valuta! | Rete degli Studenti Medi

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.215' for table 'jhbd_wfHits']

Il 14 Gennaio sono state presentate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 8 delle 9 deleghe della Legge 107/2015. Il progetto di completamento della riforma era stato presentato ribadendo la volontà da parte della nuova dirigenza del MIUR di attivare un percorso quanto più condiviso con le parti sociali e con tutti gli attori del mondo della scuola.

Il periodo di discussione è stato però estremamente breve come sono stati pochi i momenti in cui abbiamo avuto la possibilità di confrontarci direttamente con la Ministra e il Ministero tutto sul merito delle innumerevoli problematicità che i decreti attuativi ponevano. Si è scelto, ancora una volta e in linea con il processo che ha poi visto approvata la Buona Scuola, di proseguire senza ascoltare realmente le rappresentanze studentesche ed i risultati ad oggi sono disastrosi.

Non abbiamo ancora una vera legge nazionale sul Diritto allo studio che garantisca i livelli essenziali delle prestazioni e in più sul tema della valutazione si son fatti enormi passi indietro, rendendo la prova INVALSI uno strumento di valutazione individuale. Sistema, quello delle INVALSI, che presenta già molteplici lacune e arretratezze nello svolgere il compito per cui è stato pensato, quello di una valutazione di sistema, non potendo un test a crocette ed estremamente ristretto contenutisticamente dare una visione complessiva di come funziona il nostro sistema scolastico.

Per queste ragioni siamo convinti che l’introduzione nel curriculum dello studente causerà solo ulteriori problematicità, a partire dall’affiancamento all’esame di maturità fino al fatto che venga tenuto in considerazione da parte degli Atenei per l’ammissione ai propri corsi. Rispetto a questa nuova visone del sistema di valutazione come Rete degli Studenti Medi ci siamo sin da subito opposti ma questo non è bastato a fare ricredere il Ministero sul progetto di riforma.

Per questo abbiamo deciso di invalidare il test INVALSI che in tutte le scuole secondarie di secondo grado si svolgerà in Italia il 9 Maggio.

INVALIDIAMO LE PROVE INVALSI PERCHÉ:

-Vogliamo una valutazione soggettiva e che non ci metta in competizione gli uni con gli altri
-Le nostre conoscenze non possono essere valutate da un test a crocette
-Non vogliamo che l’esame di stato venga svalutato in questo modo, nel nome di una presunta oggettività che non da garanzie sulla nostra preparazione.
-Vogliamo che il test INVALSI venga profondamente cambiato. Un test a crocette non può valutare a pieno il nostro sistema d’istruzione
– Non vogliamo più che i test INVALSI vengano utilizzati per sostituire la valutazione standard, come molto spesso succede!

COME LE INVALIDEREMO?

Basterà cancellare le cifre del codice a barre posto in basso a destra nell’ultimo foglio del opuscolo che ci verrà consegnato. In più il nostro vuole essere un AZIONE CONSAPEVOLE, sarà quindi necessario scrivere, al posto delle risposte corrette ai quesiti, la nostra idea di valutazione soggettiva e democratica!

Scarica qui il nostro volantino!

Qui la scheda per le vertenze!