WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.217' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('lastPermissionsTemplateCheck', '1562553606', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562553606', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.217' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('previousWflogsFileList', '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '[\".htaccess\",\"rules.php\",\"ips.php\",\"config.php\",\"attack-data.php\",\"template.php\",\"GeoLite2-Country.mmdb\",\".nfs0000000008f59c780009cb03\",\"config-transient.php\",\"config-livewaf.php\",\"config-synced.php\"]', autoload = 'yes'

WordPress database error: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.217' for table 'jhbd_wfConfig']
INSERT INTO jhbd_wfConfig (name, val, autoload) values ('serverDNS', '1562553606;19592;62.149.140.209', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE val = '1562553606;19592;62.149.140.209', autoload = 'yes'

Errore sul database di WordPress: [INSERT,UPDATE command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.217' for table 'jhbd_options']
INSERT INTO `jhbd_options` (`option_name`, `option_value`, `autoload`) VALUES ('_transient_doing_cron', '1562553606.3773789405822753906250', 'yes') ON DUPLICATE KEY UPDATE `option_name` = VALUES(`option_name`), `option_value` = VALUES(`option_value`), `autoload` = VALUES(`autoload`)

Lombardia: ancora una volta, il Diritto allo Studio non può essere messo in discussione | Rete degli Studenti Medi

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'Sql362275'@'62.149.141.217' for table 'jhbd_wfHits']

Lombardia: ancora una volta, il Diritto allo Studio non può essere messo in discussione

Ancora una volta, ora in Lombardia, la questione dei diritti degli studenti disabili, viene messa in discussione a causa di una gestione politica che non dà priorità a questi temi, e genera controversie tra province e regione sulla responsabilità di coprire economicamente il diritto al trasporto degli studenti disabili in orario scolastico. Giorni fa, infatti, è stata resa nota una sentenza della Corte Costituzionale in materia di Diritto allo Studio nella regione Abruzzo, in particolare la sentenza riguardava il servizio di trasporto scolastico per gli studenti disabili, i quali, necessitano di servizi e assistenza particolari per vedere garantita la continuità del proprio percorso di studi. Nello specifico, la sentenza è dovuta ad una controversia creatasi tra la Regione Abruzzo e la Provincia di Pescara: la Regione Abruzzo aveva negato in parte il finanziamento del 50% per il trasporto degli studenti disabili alla Provincia di Pescara. La Corte Costituzionale ha dichiarato quindi la necessità di far fronte a determinate spese poiché la tutela e la garanzia dei diritti deve essere prioritaria e non può essere finanziariamente condizionato il nucleo di garanzie minime per rendere effettivo il diritto allo studio e all’educazione degli alunni disabili.
Tutto questo però non è stato sufficiente a spingere la Regione Lombardia ad impegnarsi su questo tema: oltre 5 mila adolescenti disabili, che hanno bisogno di supporto nel trasporto casa-scuola, rischiano di non poter far fronte a queste spese. La Regione Lombardia infatti ha deciso di impegnarsi su questa tematica solo a partire dall’a.s. 2017/2018, lasciando il compito di gestire la tematica per i prossimi sei mesi alle province, tutt’ora sprovviste di risorse in quanto queste ultime non sono state messe a bilancio dalla Regione.

Dichiara Giammarco Manfreda, Coordinatore nazionale della Rete degli Studenti Medi: “Determinati servizi, in particolare quelli rivolti ad una fascia debole della popolazione, come gli studenti disabili, e le loro famiglie che hanno la responsabilità di sostenere molte spese particolari per specifici bisogni dei propri figli, devono essere garantiti. La tutela dei servizi sociali, disciplinata dall’articolo 38 della Costituzione, non può essere limitata dalle disponibilità finanziarie.” Prosegue Manfreda: “ Inoltre, crediamo che sia prioritario affrontare complessivamente la questione della disabilità con responsabilità e attribuendo a questa la giusta priorità: durante la prima riunione del forum delle associazioni infatti abbiamo sentito l’esigenza di richiamare alla necessità di discutere questa tematica, presente tra le deleghe aperte sulla Buona Scuola. È assolutamente necessario che in questo senso ci sia un netto cambio di direzione: le scelte politiche devono andare verso la tutela dei diritti, e non rimandare l’applicazione di questi nel tempo a proprio piacere. “

Dichiara infine Edoardo Roncon, Coordinatore della Rete degli Studenti Medi di Pavia “Come Rete degli Studenti Medi sul territorio garantiamo il nostro impegno per far sì che queste situazioni vengano denunciate poiché non siamo disposti a mollare un centimetro di fronte al mancato rispetto dei diritti degli studenti.”