Category

Diritto allo Studio

Dispersione scolastica – riformare la scuola per dare risposte al problema!

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Un articolo di Salvo Intravaia, pubblicato stamane da Repubblica, punta gli occhi su uno dei fenomeni più problematici e pericolosi del nostro sistema d’istruzione: l’abbandono scolastico. Secondo gli ultimi dati estratti dai Rav (Rapporti di Autovalutazione delle scuole) il fenomeno della dispersione scolastica è in aumento, soprattutto nel Sud e nelle zone periferiche del nostro Paese e delle nostre città. Le percentuali di abbandono sono in crescita sia nei percorsi di istruzione secondaria di primo grado, che in quelli della secondaria di secondo grado: ogni anno, migliaia e migliaia di ragazze e ragazzi, dalla prima media alla quinta superiore, smettono di partecipare alle attività scolastiche per fare altro. In primis, è proprio questo “altro” che ci spaventa e che dovrebbe mettere in allarme, oltre che il Ministero dell’Istruzione, tutte le Istituzioni locali, regionali e nazionali e che non possiamo fare a meno di prendere in considerazione. Purtroppo la realtà ci…

Read More

OCSE: esultanze sui dati? Fumo negli occhi: le diseguaglianze crescono dopo la scuola dell’obbligo!

By | Diritto allo Studio, Nazionale, Notizie | No Comments

L’OCSE ha pubblicato oggi un working paper di confronto tra i dati dell’indagine PISA (Programme for International Student Assessment), rivolto a studenti in età scolare, e l’indagine PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies), rivolta a giovani tra i 26 e i 28 anni. In questa analisi vengono ritenuti ‘studenti avvantaggiati’ quelli con almeno un genitore laureato e oltre 100 libri in casa e ‘studenti svantaggiati’ quelli con meno libri e genitori con un livello inferiore di istruzione. Il dato principale che emerge è che nella quasi totalità degli stati esaminati si verifica un aumento delle diseguaglianze tra ‘studenti avvantaggiati’ e ‘studenti svantaggiati’ una volta fuoriusciti dai percorsi scolastici obbligatori per legge. Crediamo pertanto sia fondamentale l’innalzamento dell’obbligo scolastico, in modo da contrastare l’abbandono e favorire l’accesso al mondo universitario. Le esultanze, anche istituzionali, sui dati italiani non sono quindi giustificate: l’Italia rientra ampiamente nei Paesi in cui…

Read More

Storia di una mancata occasione di miglioramento della scuola

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Venerdì 17 verranno votate dal Parlamento i decreti delegati della legge 107/15. Rispetto agli originari schemi di decreto, sono state apportate, in seguito a un periodo di consultazione approssimativo e comunque non approfondito dal MIUR, diverse modifiche in materia di diritto allo studio. Per quanto riguarda la prima questione, i fondi per le borse di studio sono stati portati da 10 a 30 milioni, reperiti dalla detassazione scolastica che avverrà in base al reddito e non più in modo indiscriminato. La reale portata di questo aumento è estremamente limitata: se con 10 milioni la copertura era calcolata intorno allo 0,4% della popolazione studentesca, con questa modifica arriva al 1,2%. Poca cosa in un paese dove la dispersione scolastica si attesta in media al 15% raggiunge picchi del 30/35% nelle regioni del sud e nelle isole. Manca inoltre l’elemento più importante se si vuole ridiscutere realmente il diritto allo studio nel…

Read More

Senza soldi nessun futuro: ancora nessun passo avanti sul Diritto allo Studio

By | Comunicati Stampa, Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Alcune indiscrezioni, arrivate ieri, riguardanti la discussione parlamentare sulla legge delega sul Diritto allo Studio ci mettono a conoscenza di informazioni che non lasciano ben sperare per le sorti della pubblica istruzione nel nostro Paese. Sembra infatti che il fondo previsto per le borse di studio venga aumentato di una quantità irrisoria e che non si sia ancora riuscito a trovare un accordo chiaro con le Regioni sull’individuazione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni. Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiara:” Per noi, studentesse e studenti del nostro Paese una legge forte sul Diritto allo Studio che definisse i livelli essenziali delle prestazioni era fondamentale. Se le indiscrezioni giunte sono reali possiamo assolutamente dire che non solo la Buona Scuola, ma anche l’ultima possibilità del governo, rappresentata dalla Legge Delega, per rispondere alle innumerevoli esigenze degli studenti è stata ampiamente sprecata. Sin da subito avevamo chiesto che su…

Read More

Delega sulla Valutazione, accolte alcune nostre richieste ma l’impianto non è mutato

By | Comunicati Stampa, Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

E’ di ieri la notizia che le commissioni cultura di Camera e Senato hanno espresso il proprio parere in merito al decreto 384, Legge delega della Buona Scuola relativa la riforma della Valutazione del primo ciclo e dell’esame di stato conclusivo del secondo ciclo. Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, commenta:” Accogliamo con positività la notizia di una possibile soppressione dei comma 3 e 5 dell’articolo 21, che andrebbe quindi ad eliminare la possibilità che il risultato del Test Invalsi sia inserito all’interno del curriculum dello studente e la possibilità per gli atenei di tenere in considerazione quel risultato per l’ammissione degli studenti ai propri corsi. Modifiche positive che, se accolte, non cambieranno comunque radicalmente la situazione. La partecipazione al Test Invalsi rimane criterio obbligatorio per l’ammissione all’esame di Maturità, così come la nostra contrarietà rispetto ad uno strumento che riteniamo inutile ed inadatto alla valutazione individuale dello studente…

Read More

Pubblicate date test 2017. Vittoria: anche IMAT a settembre. Ora MIUR prenda atto del fallimento del numero chiuso. Vogliamo il libero accesso

By | Comunicati Stampa, Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Sono state rese pubbliche oggi le date di svolgimento delle prove di ammissione relative ai seguenti corsi di laurea e di laurea magistrale ad accesso programmato nazionale per l’anno accademico 2016/2017: Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria il 5/9/2017, Medicina veterinaria il 6/9/2017, Architettura il 7/9/2017, Professioni sanitarie il 13/9/2016 e Medicina e chirurgia in lingua inglese il 14/9/2017 e Scienze della formazione primaria il 15/09/2017. Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Universitari, dichiara: “Dopo le voci circolate nelle passate settimane, circa la possibilità sostenuta dalla CRUI di svolgere il test di IMAT già il prossimo aprile, possiamo dirci soddisfatti: tutti i test si svolgeranno a settembre. Avevamo da subito espresso le nostre preoccupazioni per il possibile anticipo della data del test che avrebbe causato non poche difficoltà agli studenti ancora impegnati nel percorso di studi delle scuole superiori, in vista dell’Esame di Stato, così come avevamo fatto…

Read More

Umbria: serve una nuova legge regionale sul Diritto allo Studio

By | Diritto allo Studio, Territoriale | No Comments

Come Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria vogliamo riportare al centro del dibattito regionale il tema del “Diritto allo Studio”, questione troppo spesso dimenticata e che oggi vede gravi carenze a cui non si riesce a dare una risposta: la stessa protesta di questa mattina degli studenti del Liceo Galilei di Perugia, al di là delle criticità del singolo istituto, vede al centro anche alcune problematiche comuni alla grande maggioranza delle scuole della regione, e che possono trovare una soluzione complessiva e definitiva solo in una legge regionale sul “Diritto allo Studio”. Per dare risposta a queste esigenze, nei prossimi giorni rilanceremo con forza la nostra proposta per una legge regionale che metta al centro la figura dello studente come soggetto di diritti e di tutele e che dia una risposta al drammatico problema della dispersione scolastica. Luigi Chiapparino, coordinatore di AltraScuola Umbria dichiara: “Speriamo che le istituzioni siano…

Read More

Frosinone: nasce “Adelante! – Studenti e Trasporti” perché una buona mobilità pubblica è un Diritto!

By | Diritto allo Studio, Territoriale | No Comments

A seguito delle molteplici segnalazioni ricevute dagli studenti e dai compagni del territorio circa le inefficienze dei trasporti pubblici su gomma, gestititi a livello regionale dalla compagnia COTRAL, abbiamo deciso di lanciare fra i giovani pendolari la nostra campagna “Adelante! – Studenti e trasporti”. Le caratteristiche geografiche della provincia, in modo particolare la sua vastità e peculiarità morfologica, rendono già in sé per sé difficile la gestione degli spostamenti, ma ascoltando le segnalazioni ricevute dagli studenti pendolari la situazione è molto più grave di quanto potrebbe essere con un adeguato investimento, sia da un punto di vista economico che di ascolto delle componenti interessate. Nonostante il prezzo dell’abbonamento COTRAL annuale per studenti sia superiore ai 140€ per una fascia di transito e tocchi quasi i 200€ per due fasce, su numerose tratte gli autobus sono oltremodo pieni e gli studenti sono costretti a stare in piedi anche per l’intera durata…

Read More

Marche: Rete degli Studenti Medi incontra l’Assessore Regionale ai Trasporti Sciapichetti

By | Comunicati Stampa, Diritto allo Studio, Territoriale | No Comments

Nella giornata 13 febbraio, come Rete degli Studenti Medi Marche abbiamo incontrato l’assessore regionale ai trasporti Angelo Sciapichetti per esprimergli tutte le problematiche che da anni ormai gli studenti riscontrano nell’utilizzo dei mezzi pubblici, scolastici e non. Da anni la situazione del trasporto pubblico marchigiano è critica, ma specialmente da settembre dello scorso anno le linee scolastiche sono particolarmente sovraffollate, gli abbonamenti pur non essendo aumentati nell’ultimo anno hanno prezzi troppo elevati specialmente se paragonati alla qualità del servizio. Come Rete degli Studenti Medi Marche chiediamo innanzitutto che la qualità del servizio venga migliorata, ripensando all’intera gestione regionale in modo da ridurre gli sprechi di fondi e rendere il servizio più omogeneo in tutto il territorio regionale. Inoltre abbiamo proposto la creazione di un sistema tariffario che superi lo sbarramento a 13’000 euro per le agevolazioni ma che si basi sulla fasciazione continua, che sia proporzionale al reddito e che…

Read More