Category

Diritto allo Studio

Pachino (SR): inaccettabile scuola chiusa al rientro per mancanza fondi

By | Diritto allo Studio, Territoriale | No Comments

La mattina del 13 settembre 2017, primo giorno di scuola, gli studenti dell’Istituto Superiore Michelangelo Bartolo di Pachino, in provincia di Siracusa, hanno trovato l’ingresso della scuola sbarrato da una catena. Infatti il complesso scolastico utilizzato come sede della scuola era affittato al Libero Consorzio di Siracusa da privati cittadini, che esasperati per i mancati pagamenti dell’affitto si sono trovati costretti a negare l’accesso alla scuola, che ora rischia di essere sfrattata dall’edificio e rimanere senza una sede. “È una delle tante dimostrazioni di quanto le istituzioni si trovino impreparate nel gestire i problemi della scuola. Con i disordini causati dal poco chiaro passaggio dalla Provincia al Libero Consorzio, e la diffusa mancanza di fondi della Regione Sicilia, come al solito ad accusare il colpo di frusta sono gli studenti, che si ritrovano senza una sede e privati di una stabilità nello studio.” Dichiara Flavio Lombardo, Coordinatore Regionale della Rete…

Read More

Test d’ingresso 2017 al via con Medicina e Odontoiatria: pronti a raccogliere segnalazioni

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Test d’ingresso 2017: pronti a raccogliere segnalazioni. Dopo la sentenza su Milano effetto domino nelle università italiane. Il MIUR elimini la Legge 264/99 e si torni al libero accesso. Anche quest’anno si ripeterà la lotteria dei test. Migliaia di studenti saranno costretti a parteciparvi per poter accedere al corso di studi scelto per il proprio futuro. Si inizia il 5 settembre con Medicina e Odontoiatria, a seguire nei giorni successivi Medicina veterinaria e Architettura, prima di chiudere il 13 e 14 con Professioni Sanitarie e Medicina in lingua inglese. Un test che si riveste di un’attenzione particolare dopo la recente sentenza del TAR Lazio che ha dichiarato illegittimo il numero chiuso nella facoltà di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Milano, sentenza che rischia di creare un effetto domino in tutte le università italiane. Anche quest’anno saremo presenti all’ingresso delle Università per distribuire la nostra Guida al Test sicuro. Al suo interno è…

Read More
guida_test_accesso_università

TEST SICURO – Guida ai test universitari 2017

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

  Anche quest’anno si ripeterà la lotteria dei test d’ingresso all’università: migliaia di studenti saranno costretti a partecipare a tali prove per poter accedere al corso di studi scelto per il proprio futuro. Si inizia il 5 settembre con Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria e nei giorni successivi Medicina veterinaria e Architettura, prima di chiudere il 13 e 14 con Professioni Sanitarie e Medicina e Chirurgia in lingua inglese. Di seguito la nostra guida ai test con tutte le informazioni utili. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DEL TEST I candidati avranno 100 minuti per rispondere a 60 quesiti con 5 opzioni di risposta, di cui una sola corretta. La prova comincerà alle ore 11:00. Gli argomenti contenuti nella prova devono essere relativi a cultura generale e ragionamento logico; biologia; chimica; fisica e matematica. STUDENTI PORTATORI DI HANDICAP E AFFETTI DA DISLESSIA Le prove indicate nel decreto 477 del 27…

Read More
studenti stranieri veneto

Veneto: “studenti stranieri” non sono un numero, servono politiche vere di integrazione

By | Diritto allo Studio, Interculturalità, Territoriale | No Comments

Dal momento dell’approvazione, da parte della Giunta regionale del Veneto, dei criteri guida per dimensionare la rete delle scuole e organizzare l’offerta formativa nel territorio della regione per il prossimo anno scolastico 2018-19, l’integrazione si fa a quote. Tra i provvedimenti infatti ne spicca uno sopra tutti, uno che trasuda concezioni sbagliate e chiare volontà politiche: nella composizione delle classi la presenza degli studenti stranieri non dovrà superare il 30 per cento, con l’obiettivo, secondo l’assessore Donazzan, di “garantire la possibilità di una vera integrazione”, con “alcune possibilità di deroga a favore degli studenti stranieri nati in Italia”. Ma cosa vuol dire “straniero nato in Italia”? Il fenomeno delle migrazioni ha travolto il nostro Paese e il nostro tempo, generando paura e spaesamento. Tuttavia forse è giunto il momento di pensarlo e cominciare ad affrontarlo per ciò che è: un fenomeno storico, un cambiamento che non inciderà negativamente sulla vita…

Read More

“Licei Brevi”, tagliare gli anni di scuola non significa riformare i cicli!

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Al via la sperimentazione dei “Licei Brevi” nel corso dell’anno scolastico 2018/2019. Questo percorso coinvolgerà un centinaio di istituti e consisterà nella riduzione del percorso di studi di un anno. Questa manovra segue quella che sembra essere stata l’illusione degli ultimi dieci anni: che la scuola sia riformabile a porzioni, a blocchi, che un ambito piuttosto che un altro possano essere modificati senza una revisione sostanziale e complessiva del sistema. Da anni come Rete degli Studenti Medi sottolineiamo la necessità di una seria riforma dei cicli che tenga in considerazione le capacità dello studente di comprendere e scegliere il percorso di studi più adatto a lui. Questo decreto purtroppo va nella direzione sbagliata: essa non consiste infatti in un tentativo di adeguare la scuola allo studente volto ad accrescere la possibilità e gli strumenti per scegliere in maniera ottimale il proprio percorso di studi. Sembra piuttosto un tentativo di risparmio…

Read More

Niscemi: liceo aperto a luglio, rispettate le vacanze degli studenti!

By | Diritto allo Studio, Territoriale | No Comments

Abbiamo appena letto la notizia della riapertura della scuola Leonardo da Vinci di Niscemi nei giorni 17/22 luglio con lo scopo del raggiungimento del monte ore necessario a concludere l`anno scolastico 2016/2017, causa chiusura straordinaria per manutenzione all`impianto di riscaldamento. “Non è questo il modo di risanare situazioni critiche per la scuola. Non si può pensare di costringere gli studenti a frequentare in pieno luglio a causa di mancanze strutturali del sistema scolastico. Abbiamo intenzione di muoverci in tutti i modi possibili per evitare che si determini un abuso e una violazione dei diritti degli studenti. Lo stesso vale per gli insegnanti. Siamo vicini ai lavoratori e agli studenti.” Dichiara Flavio Lombardo, coordinatore regionale della rete degli studenti. La vicenda è emblematica di molti problemi che regnano nel panorama scolastico nazionale: l`edilizia poco sicura e disagiante, la totale assenza di ascolto delle istituzioni verso gli studenti, che per primi dovrebbero…

Read More

Lo School Bonus fa acqua da tutte le parti, solo 27 le donazioni effettuate

By | Comunicati Stampa, Diritto allo Studio | No Comments

E’ di pochi giorni fa la notizia che il nuovo strumento legislativo di finanziamento privato alle scuole (School Bonus) introdotto dalla legge 107/2015, lo “ School Bonus”, pare essersi rivelato fino a questo momento un grande buco nell’acqua. Solo 27 donazioni effettive fino ad ora di cui solo 4 le imprese, mentre la percentuale restante è formata da privati cittadini con donazioni dai 100 ai 500 euro. Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi, dichiara:” Sin dal primo momento in cui si era palesata la possibilità che questo provvedimento venisse approvato ci siamo espressi in maniera fortemente negativa, rivendicando il ruolo centrale dello Stato e delle Istituzioni nel processo di investimento rivolto alla scuola pubblica. Siamo convinti che il problema reale dietro al flop di questo provvedimento non sia solo quello della complessità burocratica ma la dimostrazione tangibile di come, purtroppo, alcuni soggetti come appunto le imprese investono…

Read More

l’Invalsi non ci valuta!

By | Diritto allo Studio, Nazionale | No Comments

Il 14 Gennaio sono state presentate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 8 delle 9 deleghe della Legge 107/2015. Il progetto di completamento della riforma era stato presentato ribadendo la volontà da parte della nuova dirigenza del MIUR di attivare un percorso quanto più condiviso con le parti sociali e con tutti gli attori del mondo della scuola. Il periodo di discussione è stato però estremamente breve come sono stati pochi i momenti in cui abbiamo avuto la possibilità di confrontarci direttamente con la Ministra e il Ministero tutto sul merito delle innumerevoli problematicità che i decreti attuativi ponevano. Si è scelto, ancora una volta e in linea con il processo che ha poi visto approvata la Buona Scuola, di proseguire senza ascoltare realmente le rappresentanze studentesche ed i risultati ad oggi sono disastrosi. Non abbiamo ancora una vera legge nazionale sul Diritto allo studio che garantisca i livelli…

Read More