Ancora soldi alle paritarie, tanto paga pantalone

Fondi Paritarie Fedeli

Apprendiamo tramite nota del Miur che oggi è stato firmato il decreto per l’erogazione di 500 milioni di euro alle scuole paritarie, oltre alla possibilità di partecipare ai finanziamenti PON a cui fino ad oggi potevano partecipare unicamente le scuole statali.

Lo Stato ha un suo sistema di istruzione pubblica, l’esistenza di scuole paritarie deve essere senza oneri per lo Stato, invece c’è sempre stata la tendenza a privilegiarle. In una fase caratterizzata dal continuo aumento delle diseguaglianze si continua a perseguire una strada sbagliata, dare a chi ha di più, in virtù della libertà educativa.

L’erogazione di simili cifre ad un sistema scolastica come quello paritario è un attacco a tutti noi, a tutti gli studenti che ogni giorno si riversano in scuole che cadono letteralmente a pezzi e dove il diritto allo studio continua a non essere garantito, è un attacco a tutte quelle famiglie che pagano regolarmente i contributi e hanno diritto ad una formazione di qualità per i propri figli. Erogare quella somma, vista la condizione della scuola italiana, significa abdicare al compito sancito dalla costituzione di  rimuovere gli ostacoli sociali ed economici e dare pari opportunità a tutti.

Inoltre permettere alle scuola paritarie di partecipare ai poi, piani operativi nazionali, per finanziare progetti e attività scolastiche non fa altro che aumentare ulteriormente la disparità delle opportunità formative che le scuole possono offrire. Riducendo sensibilmente la capacità di porre argine alla dispersione scolastica che nel nostro paese raggiunge il 14% .

Pertanto chiediamo un ripensamento al ministero, servono più fondi sulla scuola si, ma su quella pubblica!

Commenti