Veneto: #VIPREGOBASTA presepe vivente sotto la Regione

Presepe sotto il palazzo della Regione Veneto

Come Rete degli Studenti Medi del Veneto siamo stati davanti la regione oggi martedì 5 Dicembre, organizzando un flashmob in cui similurà un presepe vivente. L’iniziativa si è svolta in risposta alla decisione della regione di finanziare i presepi delle scuole Venete con fondi regionali. La Regione Veneto ha deciso finanziare le scuole di ogni ordine e grado perché a Natale allestiscano il presepio. Saranno utilizzati i soldi del fondo istruzione e cultura per i presepi del 2018, su richiesta di un consigliere regionale di centrodestra.

Nel frattempo nell’assestamento del bilancio regionale per l’anno prossimo sono stati sottratti 2 milioni di euro al diritto allo studio, e destinati solo 200.000 euro in più all’edilizia scolastica, cifra vergognosamente bassa rispetto alle situazioni di grande disagio delle scuole in Veneto: dalle scuole di Treviso costrette a limitare gli accessi, a quelle di Mirano i cui studenti sono scesi in piazza in questi giorni per il freddo e gli allagamenti, al Celio-Roccati di Rovigo parzialmente chiuso perché non a norma, al Selvatico di Padova senza sede centrale, alle tre scuole di Venezia che al posto della palestra troveranno un centro commerciale.

“Come Rete Studenti Medi del Veneto da sempre ci siamo battuti per garantire una scuola pubblica laica.” dichiara Rachele Scarpa, coordinatrice regionale della Rete Studenti, “Inoltre considerando il taglio di ben due milioni alle scuole di primo e secondo grado nell’assestamento di bilancio ci chiediamo perché non investire quei soldi nell’edilizia scolastica o nel diritto allo studio, materie che sicuramente sono prioritarie rispetto all’allestimento dei presepi per 2 settimane l’anno.” conclude Scarpa.

Nei giorni successivi alla notizia abbiamo lanciato un foto-preghiera sui social, centinaia di ragazzi hanno risposto pregando Zaia e Donazzan di smetterla con investimenti spot e inadeguati per la scuola. Oggi la Rete degli Studenti Medi del Veneto lancia un altro appello davanti la regione proprio come piace a loro, con un presepe: Presidente Zaia, Assessore Donazzan, investite sulla nostra sicurezza anziché darci la possibilità di pregare per essa!

#VIPREGOBASTA PRESEPE VIVENTE DAVANTI ALLA REGIONE VENETO

Oggi i ragazzi della Rete degli Studenti Medi Veneto si sono trovati davanti palazzo della Regione del Veneto per chiedere alla giunta di utilizzare i soldi destinati ai presepi nelle scuole in modo diverso, finanziando l’#ediliziascolastica ed il #dirittoallostudio. Siamo stanchi delle vostre politiche spot, vogliamo scuole sicure non statuine di plastica. Lo abbiamo chiesto come piace a loro, con un presepe vivente. Magari lassù qualcuno tiene alla scuola pubblica più di loro.#vipregobasta

Pubblicato da Rete degli Studenti Medi su Martedì 5 dicembre 2017

Commenti