Veneto: Massimo Carraro è il Presidente Regionale delle Consulte Studentesche

Massimo Carraro Presidente Consulte Veneto

Massimo Carraro è il nuovo presidente regionale delle consulte del Veneto. Studente dell’Istituto “Marconi” di Padova, si è candidato con le liste Reset-Finalmente Sceglierai, progetto promosso dalla Rete degli Studenti Medi. Eletto prima come presidente della Consulta di Padova, è uscito vincitore all’elezione in sede regionale, battendo l’altro candidato, Edoardo Poli, presidente della Consulta di Verona.

“Mi impegnerò affinché la voce degli studenti veneti venga ascoltata a tutti i livelli” dichiara il neoeletto presidente regionale “a partire da temi come l’alternanza scuola lavoro e il diritto allo studio, in cui è fondamentale che ci sia confronto fra studenti e istituzioni, per rimettere al centro del sistema scolastico la figura dello studente in tutte le sue particolarità”.

“In questo sarà fondamentale l’apporto di tutte e tutti i rappresentanti delle Liste Reset eletti nelle scuole venete e italiane, per riuscire a raccogliere voci, idee e progetti utili.” Conclude Carraro.

Le Liste Reset fanno parte del più grande contenitore “Finalmente sceglierai”, progetto nazionale di buona rappresentanza promosso dalla Rete degli Studenti Medi, con l’obbiettivo di garantire in tutte le scuole d’Italia rappresentanti formati e al servizio degli studenti.

“Da parte nostra, non può che arrivare un grandissimo augurio di buon lavoro a Massimo” dichiara Rachele Scarpa, coordinatrice regionale della Rete degli Studenti Medi Veneto ”Dopo aver ottenuto anche questo grande risultato le liste Reset continueranno il loro lavoro dalla parte degli studenti. Dall’alternanza scuola-lavoro ai trasporti le possibilità per cambiare le cose in meglio sono tante.”

Aggiunge Scarpa:”Vogliamo inoltre ringraziare chi ci ha permesso di raggiungere questo obbiettivo, i veri protagonisti del nostro progetto di buona rappresentanza, tutti gli studenti che hanno scelto di collaborare con noi, che ci hanno dato fiducia, che si sono candidati con noi o che ci hanno votato!”

Commenti